“Il censimento dei radical-chic”, di Giacomo Papi

"Se quello che devi fare nella vita è filtrare le informazioni alla ricerca di ciò che confermerà quello in cui già credi, cercare di comprendere come stanno davvero le cose è solo un fastidio" (p81) Attenzione a non farsi ingannare: sbaglia chi crede di trovare nel "Censimento" la panacea di tutti i mali contemporanei e … Leggi tutto “Il censimento dei radical-chic”, di Giacomo Papi

“Foliage – vagabondare in autunno”, di Duccio Demetrio

  "L'autunno è allegoria infatti delle inquietudini che non rinunciano a conoscerne altre, ad amarle nonostante tutto. I colori smaglianti degli alberi, in dissolvenza, invitano al piacere e al privilegio di goderne la bellezza: l'insorgere del bisogno di ripensare al cammino intrapreso, non voltandogli per timore le spalle, genera voglia di scriverne; l'attesa del vino … Leggi tutto “Foliage – vagabondare in autunno”, di Duccio Demetrio

#Paesologia: (2) “Abbiamo fatto una gran perdita”, di Alberto Cellotto – e altre storie

"Provo a vivere ricercando quello che non è più uno spettacolo, ora che tutto ambisce a esserlo. La realtà che rimane fuori è pulviscolare e piena di una farragine che non posiamo osservare, ma è quello che resta fuori dal perimetro degli spettacoli (ed è poco, sempre meno); ho care le persone che avvicinano con … Leggi tutto #Paesologia: (2) “Abbiamo fatto una gran perdita”, di Alberto Cellotto – e altre storie

“Loop”, di Simon Stalenhag (trad. Luca Di Maio)

Prestate attenzione a "Loop" - perché è un condensatore di incubi. Qualcuno può pensarla diversamente e affrontarlo con leggerezza; eppure, "Loop" è anche altro. Parte del fascino di questa graphic-novel, che in realtà è un ibrido a metà strada tra la fiction distopica, il reportage d'invenzione e un silent-book, passa attraverso il meccanismo di immedesimazione che … Leggi tutto “Loop”, di Simon Stalenhag (trad. Luca Di Maio)

“Borne”, di Jeff VanDerMeer (trad. di Vincenzo Latronico)

"Avvicinandomi fui investita da un fiotto di odore salmastro e per un attimo sparì la città in rovine tutt'intorno a me, sparì la ricerca incessante di acqua e di cibo, sparirono le bande di razziatori e le creature modificate evase da chissà dove, con chissà quale intenzione. Sparirono i cadaveri mutili e combusti impiccati ai … Leggi tutto “Borne”, di Jeff VanDerMeer (trad. di Vincenzo Latronico)

“Non oso dire la gioia”, di Laura Imai Messina

"Ha vissuto così a lungo nascosta che ora tutto le sembra tempesta. Questo vento che scaraventa, percuote, scuote le spalle, disturba" ("Non oso dire la gioia", Kindle, pos. 4413) "Quando ero sola sbarravo porte e finestre, mentre i sospetti mi si incistavano in testa. Avevo nausea per le oscillazioni degli alberi nelle scariche di vento" ("La … Leggi tutto “Non oso dire la gioia”, di Laura Imai Messina