“Svegliami a mezzanotte”, di Fuani Marino

"Tutto si poteva dire, meno che la tragedia non fosse annunciata" Ho pensato molto a come parlare di "Svegliami a mezzanotte" e ancora la soluzione non l'ho trovata; penso però che il nodo sia un po' qui, lo chiamerei del rendere evidente. Fuani Marino usa del coraggio (sfidando il pericolo perché questo, va detto, è … Leggi tutto “Svegliami a mezzanotte”, di Fuani Marino

I Cazalet – “Il tempo dell’attesa”, di Elizabeth J. Howard (trad. Manuela Francescon)

Insomma qui siamo giunte. Sempre noi tre - più una. E' stato un mese complicato perché si sa, non è questione facile riuscire a leggere per piacere quando i libri si leggono anche per mestiere. Eppure ce l'abbiamo fatta e ne siamo molto orgogliose - anche perché in un paio di occasioni lavorative ed extra … Leggi tutto I Cazalet – “Il tempo dell’attesa”, di Elizabeth J. Howard (trad. Manuela Francescon)

“L’esperienza del cielo”, di Federico Nati

Non ringrazierò mai abbastanza gli amici di @unimib (presso cui F. Nati ricopre la carica di Assistant Professor) per questa occasione che mi è stata offerta. Qui trovate il video completo di quel qualcosa che formalmente si potrebbe chiamare intervista o presentazione e che secondo me contiene tutto quello che un post, stavolta, non può … Leggi tutto “L’esperienza del cielo”, di Federico Nati

“Le cose come sono”, di Hervé Clerc (trad. C. Laurenti)

In questi giorni un po' concitati - a dire il vero sempre, quando i giorni si fanno concitati - sento il bisogno di *tornare indietro*. Quindi mi lascio sul comodino questo libretto, che all'apparenza sembra piccolo ma non lo è. E' per dire che le cose accadono e non sappiamo mai come né quando. A … Leggi tutto “Le cose come sono”, di Hervé Clerc (trad. C. Laurenti)

“Gun Love”, di Jennifer Clement (trad. Silvia Castoldi)

"Ogni domenica, dopo la funzione delle dieci, il padre di April May e altri uomini che abitavano in città avevano l'abitudine di scendere al fiume armati di pistole e fucili con un frigo da campeggio pieno di birre. Bevevano e sparavano in acqua a ripetizione, nel caso che dentro ci fossero degli alligatori" (pag69) Jennifer … Leggi tutto “Gun Love”, di Jennifer Clement (trad. Silvia Castoldi)

“Maternità”, di Sheila Heti (trad. Martina Testa)

Eh no, non ha funzionato. Questo è il libro delle occasioni mancate. L'evento è più unico che raro su ADC e spiace, è accaduto. Nessuna introduzione. Si parte così. Ho trovato l'impianto narrativo di "Maternità" scarsamente funzionale, un miscuglio di generi che, se ben fatto, avrebbe potuto costituire un punto di partenza brillante al fine … Leggi tutto “Maternità”, di Sheila Heti (trad. Martina Testa)

“Molto mossi gli altri mari”, di Francesco Longo

Continuo a twittare di mare anche se la stagione del mare è finita. TUitto dipinti delle spiagge di Biarritz, tuitto le foto che ogni mattina mi arrivano dal Northumberland e da Whitstable. Tuitto di un pittore che dipinge solo onde. Sono ancorata all'indietro, di nuovo disallineata; dovrei proiettarmi verso settembre, come fanno le altre bookblogger: … Leggi tutto “Molto mossi gli altri mari”, di Francesco Longo

I Cazalet – “Gli anni della leggerezza”, di Elizabeth J. Howard (trad. Manuela Francescon)

Tutto è partito da qui, per dire il potere dei libri. Accadde di domenica, il 18 agosto. Dalle mie parti era una bella giornata di sole, quello proprio alpino con il cielo blu fortissimo, nemmeno una nuvola all'orizzonte e le bandiere mosse da una brezza leggera, in cima ai pennoni piantati nei giardini: italiane di … Leggi tutto I Cazalet – “Gli anni della leggerezza”, di Elizabeth J. Howard (trad. Manuela Francescon)

L’estate sta finendo (“Lux”, di Eleonora Marangoni e “Mr Rochester”, di Sarah Shoemaker, trad. A. Zabini)

"Quella notte ci addormentammo tutti e tre immaginando di essere seduti a pranzo e di udire il fragore terribile della terra che si spaccava, eruttando soffocanti fiumi sulfurei come se l'inferno affiorasse alla superficie, mentre le strade crollavano nel porto e il mare si gonfiava in onde possenti a strappare i bastimenti dagli ancoraggi e … Leggi tutto L’estate sta finendo (“Lux”, di Eleonora Marangoni e “Mr Rochester”, di Sarah Shoemaker, trad. A. Zabini)

“I luoghi del pensiero”, di Paolo Pagani

Quando mi capita di raccontare come ho studiato filosofia al liceo, certi rabbrividiscono. In classe non abbiamo mai posseduto un manuale, mai seguito il “programma”, (quasi) mai preso appunti durante la lezione. Il famoso libro di filosofia, per dire, comparve solo a metà della terza liceo, imposto dall'alto: poco prima di Pasqua, non per voler … Leggi tutto “I luoghi del pensiero”, di Paolo Pagani